Falesia di Pedra Longa

ARRAMPICATA A PEDRA LONGA (BAUNEI)

Descrizione: MaTra il 2017 ed il 2018 sono stati attrezzati due nuovi settori di arrampicata sportiva a Pedra Longa, sul suo lato settentrionale. Questi si aggiungono alle già presenti vie di più tiri completando l’offerta dell’arrampicata. Le due falesie sono nate grazie ad un progetto presentato da Maurizio Oviglia al Comune di Baunei più di 7 anni fa, che mirava a favorire la chiodatura di siti adatti ai principianti in zone di grande interesse turistico e paesaggistico, che potessero permettere l’abbinamento del mare all’arrampicata. Dopo un lunghissimo iter burocratico e le necessarie autorizzazioni ambientali, il progetto è giunto finalmente in fase esecutiva alla fine del 2017 e le due falesie sono state finalmente realizzate durante l’inverno e la primavera dallo stesso Maurizio Oviglia con l’aiuto di Gianluca Piras per il settore Scalette. Le due nuove falesie sono vicinissime al parcheggio ed al mare, la chiodatura è particolarmente ravvicinata e realizzata con acciaio resistente alla corrosione. Nelle vie sul mare ancoraggi ad espansione meccanica Petzl da 12 mm. Nel settore “Scalette” fittoni resinati in acciaio 316L posti in modo sicuro e ravvicinato. Nelle vie direttamente sul mare sono stati previsti tre ancoraggi di sosta. I settori sono frequentabili anche nella stagione estiva e rimangono all’ombra sino alle 13 e dopo le 18.

Disclaimer

Nota: L’arrampicata, per quanto su percorsi preventivamente attrezzati con chiodi ad espansione (arrampicata sportiva), è da considerarsi un’attività pericolosa dove il rischio, anche fatale, non può essere totalmente eliminato. Sebbene le vie siano state attrezzate seguendo i più moderni canoni di sicurezza e utilizzando i materiali più idonei a resistere nel tempo alla corrosione marina, la roccia delle scogliere è esposta agli agenti atmosferici almeno come quella dell’alta montagna. In particolare quella di Pedra Longa è talvolta fragile e richiede maggiore attenzione. Non è possibile quindi garantire la solidità nel tempo di ogni presa ed ogni arrampicatore deve imparare a valutare sin dove può spingersi arrampicando in sicurezza e dove è meglio che rinunci. Si presume che chi affronta degli itinerari di arrampicata sia esperto ed abbia imparato a fare i nodi correttamente e le manovre di passaggio della corda in sosta in tutta sicurezza senza slegarsi.

ATTENZIONE!

Sulle vie esposte direttamente sul mare sono stati previsti, per maggiore sicurezza contro la corrosione interna dell’acciaio,  tre punti di ancoraggio e due dove far passare la corda quando ci si cala. Si raccomanda, per le ragioni prima esposte, l’uso del casco almeno da parte di chi fa sicura e vestiario non troppo succinto data l’abrasività del calcare. I monotiri devono essere affrontati con una corda di almeno 70 metri di lunghezza mentre le vie lunghe con due mezze corde da 60 metri che possono garantire una veloce ritirata. In caso di incidente non improvvisare manovre di soccorso di cui non si ha perfetta conoscenza ma chiamare il 118. A tale scopo, portare sempre almeno un telefono a cordata in parete. Per le discese a piedi portare le scarpe di avvicinamento e uno zainetto con acqua e viveri di emergenza, pila frontale.

ELENCO VIE – PEDRA LONGA Settore Scalette
    1. ELIAS PORTOLU – Prima salita: Gianluca Piras, primavera 2018 – 20 m – 4c – diedro facile con uscita su buone prese
    1. NOTTE SARDA – Prima salita: Maurizio Oviglia e Gianluca Piras, primavera 2018 – 20 m – 5b – varia su buone prese ma roccia mediocre
    1. PAESE D’OMBRE – Prima salita: Maurizio Oviglia e Gianluca Piras, primavera 2018 – 20 m – 6b – diedro e poi strapiombo, finale su roccia brutta. Consigliabile scendere dalla sosta intermedia
    1. MIELE AMARO – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 18 m – 6c+ – via fisica in strapiombo con buoni riposi
    1. FERRO RECENTE – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 20 m – 6c – inizio intenso e finale di continuità. 7a se diritto sulle protezioni nella parte centrale
    1. BELLAS MARIPOSAS – Prima salita: Gianluca Piras, primavera 2018 – 20 m – 6a+ – molto bella e varia
    1. TERRA MALA – Prima salita: Gianluca Piras, primavera 2018 – 20 m – 5c+ – diedro e poi buone prese, bella
    1. ARAJ DIMONIU – Prima salita: Gianluca Piras, primavera 2018 – 12 m – 6a – breve ma abbastanza continua
    1. FUTURO INTERIORE – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 12 m – 5c+ – breve passaggio su gocce
    1. NEROPIOGGIA – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 -12 m – 5a – diedro a buone prese
    1. NURAGHE BEACH – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 -12 m – 5b – simile ma meno scontata della precedente
    1. RACCONTAR FOLE – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 12 m – 5c – fessura e strapiombetto finale
    1. CREPE – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 15 m – 4b – grosse prese
    1. DOPPIO CIELO – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 -15 m – 5c+  – breve passaggio su gocce, piacevole
    1. DAR KARALIS – Prima salita: Gianluca Piras, primavera 2018 -18 m – 5c – bella e varia
    1. PADRE PADRONE – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 20 m – 6a+ – bella su gocce, più difficile e bella se si resta diretti
    1. MILLANT’ANNI – Prima salita: ignoti, chiodata da Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 20 m – 5b – bella fessura
    1. VERSUS – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 12 m – 6b – muro verticale su tacchette aggressive
    1. DURA MADRE – Prima salita: Gianluca Piras, primavera 2018 – 20 m – 6a+ – fessura lama atletica
    1. SARDONICA – Prima salita: Gianluca Piras, primavera 2018 -15 m – 6b+ – leggero strapiombo intenso
ELENCO VIE – PEDRA LONGA Settore Mare
      1. MARINAIO DI FORESTA Prima salita: Giorgio Caddeo, Cecilia Marchi e Maurizio Oviglia, ottobre 2013 – 190 m (7 tiri) – 6a+ max (5c obbl) – S1 prime due lunghezze, poi S2 – interamente chiodata spit fix 316L – discesa a piedi per la via normale – Bellissima scalata sospesa sul mare. Roccia che va migliorando man mano che si sale, da buona a super nei tiri alti
      1. SIGNORINA FANTASIA – Prima salita: Fabio Erriu e Maurizio Oviglia, novembre 2017 – 90 m (4 tiri) – 5c max (5a obbl) – S1 – interamente chiodata spit fix 316L – discesa a piedi per la via normale. Facile scalata con un breve tratto più difficile nel secondo tiro – Roccia buona
      1. ERTHOLE – Prima salita: Maurizio Oviglia, novembre 2017 – 20 m – 5b – bella scalata in un vago diedro
      1. CENERE – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 20 m – 5b – bellissima e su roccia spettacolare
      1. CHIAROSCURO – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 35 m – 7a – passaggio ostico di dita e poi roccia aggressiva su bellissimo muro bianco
      1. ARDE IL MARE – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 30 m – 6b – continua sino alla fine su bella roccia lavorata
      1. ARCIPELAGHI – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 32 m – 6c+ – sezione verticale intensa di dita, da superarsi leggermente a sinistra delle protezioni
      1. CANNE AL VENTO – Prima salita: Maurizio Oviglia, novembre 2017 – 32 m – 6a+ – passaggio intenso in diedrino ma nel complesso piacevole
      1. NOSTALGIE – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 25 m – 5a – piacevole su grosse prese
      1. PUEBLO – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 20 m – 4c – diagonale su grosse prese con inizio su conglomerato
      1. LEI ERA L’ACQUA – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 15 m – 6b+ – diagonale fisica. Inizio a destra del primo spit con trazione o salto
      1. A FOGU AINTRU – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 12 m – 6b+ – bloccaggio fisico a metà
      1. PIOMBO FUSO – Prima salita: Maurizio Oviglia, primavera 2018 – 12 m – 6b – simile alla precedente ma bloccaggio più facile

RELATED POST

Campo dei Miracoli

Campo dei Miracoli: una falesia di calcare con un panorama mozzafiato sul Golfo di Arbatax e sulla guglia di Pedra Longa.

Su Telargiu ‘e Oro

Falesia Su Telargiu ‘e Oro: spettacolare grottone in posizione panoramica su tutto l’altopiano di Golgo. Arrampicata Climbing Baunei

Villaggio Gallico

Il Villaggio Gallico è una falesia di ottimo calcare grigio a gocce. La prima parte fu chiodata da Giampaolo Mocci nel 2001 e fu subito un successo.

Monte Scoìne

Monte Scoìne è un evidente rilievo di bianco calcare che salta subito agli occhi a chi percorre la strada statale 125 da S. Maria Navarrese a Baunei.

Sistema solare – Slava’s Garden

Sistema solare – Slava’s Garden, si tratta di una parete di calcare posta sul lato sinistro del vallone che conduce a Pedra Longa.

Unglone ‘e Tenòsili

Unglone ‘e Tenòsili,iIl settore è stato sviluppato da Jan Kareš e Martin Tučka nel luglio 2015. Vie dal 5b all’ 8a + e fino a 40 m. di sviluppo.

Ichnusa e Campo di Miracoli

La falesia di Campo dei Miracoli è stata la prima falesia sportiva di Baunei, che Maurizio Oviglia ha attrezzato a partire dal 1992.

arrampicata_baunei_creuza-de-ma
Crêuza de mä

Falesia arrampicata Creuza de ma Baunei – gradi accesso vie difficoltà

Monte Oro – Uttolo

Monte Oro – Uttolo, nove settori per un totale di 73 vie completamente attrezzate (per maggiori informazioni consultare il sito 27crags.com)

Atlantide (multipitch)

Atlantide via arrampicata multipitch sa costa de s’aidu baunei – Maurizio Oviglia. Arrampicata Climbing Baunei Santa Maria Navarrese

Falesia di Pedra Longa

Tra il 2017 ed il 2018 sono stati attrezzati due nuovi settori di arrampicata sportiva a Pedra Longa, sul suo lato settentrionale.

Porto di Santa Maria

La falesia al Porto di Santa Maria Navarrese – Baunei.

Leave a comment

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial