Categorie

  • Nessuna categoria

Piazza Indipendenza

Recommend
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIN
  • Pinterest
Share
Tagged in
Description

PIAZZA INDIPENDENZA

Piazza Indipendenza è al centro del paese, tra i vecchi palazzi ottocenteschi, il salone parrocchiale, la Via Orientale Sarda e la piazzetta del campanile della chiesa di San Nicola.

La piazza è stata recentemente pavimentata a nuovo nell’ambito di un intervento di riqualificazione del centro storico che ha portato all’unificazione, sullo stesso livello, della Piazza Indipendenza, del sagrato e della piazzetta del campanile. L’intervento ha riguardato anche le strade del centro storico, che sono state pavimentate “a selciato”, sia nei rioni a monte della Via Orientale Sarda (la Via San Nicolò, in particolare) sia a valle (quasi tutta la Via Roma, un tempo la strada principale del paese). Al centro della piazza in passato spiccava il “Monumento ai caduti”, ora riposizionato in un piccolo piazzale alberato che si trova di fronte al sagrato della chiesa. Fino agli anni Cinquanta si affacciava su Piazza Indipendenza anche la “Chiesa del Rosario”, successivamente modificata nella facciata e nel tetto e riadattata a salone parrocchiale. Dalla parte di Piazza Indipendenza si accede al sagrato attraverso un bianco portale ornato, staccato dal corpo centrale con funzioni di finta facciata, arricchito da lesene laterali (fasce verticali in rilievo) sovrastate da un timpano triangolare in cima al quale è collocata una statua del Cristo.

A pochi metri dalla finta facciata svetta l’alto campanile a pianta quadrata, addossato ai muri perimetrali della sacrestia, con un classico orologio a numerazione romana che sormonta una delle finestre ogivali della cella campanaria. L’orologio fu collocato sul campanile nel 1858 (quando parroco del paese era Don Emanuele Lai, rettore di Baunei dal 1855 al 1909) a cura di un orologiaio originario di Baunei, tale Sebastiano Duccu, come ricorda un’iscrizione in latino sopra la porta d’ingresso della torre campanaria: “Horologium istud artifex Sebastianus Duccu Bauneensis fecit Rectoris Emanuelis Lai ac bauneensis populi cura anno cristiano MDCCCLVIII”; (“L’artigiano baunese Sebastiano Duccu ha costruito questo orologio, con l’interessamento del Rettore Emanuele Lai e del popolo baunese, nell’anno 1858”).

Durante i lavori di ristrutturazione della piazze è stato rinvenuto, a pochi metri dal campanile, l’antico piano di calpestìo, in pietra, dell’ingresso un tempo riservato agli uomini. Alcune sale del palazzo ottocentesco che si affaccia sulla piazza  ospitano da anni il museo etnografico “Sa Dommu Eccia”, allestito tra il piano terra e il primo piano dell’edificio.

Info
copyright